Giuria 2018

Paolo Orlando

Medusa Film

-Biografia-

Laureato al DAMS (Disciplina delle Arti, Musica e Spettacolo), con un Master in Gestione delle Imprese Cinematografiche, Audiovisive e multimediali (MAGICA/ANICA). Dai primi anni di studio sviluppa un particolare interesse verso la critica cinematografica e l’organizzazione di rassegne e proiezioni, grazie ad alcune esperienze di associazionismo culturale. Inizia così la sua collaborazione con CNI, Cult Network Italia, un canale televisivo satellitare della piattaforma Tele+, dove la linea editoriale principale era proprio il Cinema. In seguito, passato ai Rai Sat, si occupa della programmazione di palinsesti per il canale Gambero Rosso. Successivamente inizia il suo percorso in Medusa come assistente di programmazione in Medusa Cinema. Nel 2007 inizia ad occuparsi di distribuzione, prima con la qualifica di Responsabile Commerciale e, poi, come Direttore Commerciale. Ad oggi Paolo Orlando è il Distribution Manager presso Medusa Film (Roma).

Lorenza Indovina

Attrice e Regista

-Biografia-

Figlia del regista cinematografico Franco Indovina, a 6 anni rimase orfana del padre, morto in un incidente aereo vicino a Palermo. Dal 17 settembre 2005 è sposata con lo scrittore Niccolò Ammaniti.
Vissuta a Milano per alcuni anni, dopo essere nata a Roma, si è trasferita definitivamente nella capitale verso la fine degli anni ottanta. Qui si è diplomata come attrice all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” nel 1991 e ha lavorato, per il teatro, il cinema e la televisione.
Nel 1997 è stata nominata al David di Donatello come miglior attrice non protagonista nella pellicola drammatica La tregua. Particolarmente apprezzata è la sua interpretazione nel film di Gianluca Maria Tavarelli, Un amore, per cui ha avuto diversi riconoscimenti: migliore attrice al Festival di Sulmona, migliore attrice al Festival Mons, miglior attrice al Mirto d’oro, e una nomination come attrice protagonista ai David di Donatello. Inoltre è stata premiata come migliore attrice esordiente alle Grolle d’oro a Saint-Vincent per Almost Blue. Attiva soprattutto in ruoli brillanti, la si ricorda particolarmente accanto al comico Antonio Albanese, da lei affiancato nelle pellicole La fame e la sete (1999), diretto dallo stesso Albanese, e Qualunquemente (2011) di Giulio Manfredonia.
Nel 2006 è interprete, insieme a Giulio Scarpati, dello spettacolo teatrale Una storia d’amore, trasposizione della regista Nora Venturini della pièce di François Nocher, che racconta la straordinaria storia d’amore che legò per circa sei anni Anton Čechov e Ol’ga Knipper.
Nel 2008, è stata protagonista del film In nome del figlio.
Nel 2014 interpreta il ruolo del Pubblico ministero Tiziana Siciliano nel film verità L’infiltrato – Operazione clinica degli orrori.

Bianca Nappi

Attrice

-Biografia-

è un’attrice italiana. Debutta nel 2000 nella popolare fiction di Canale 5 Distretto di Polizia. Nel 2001 è tra le protagoniste della miniserie In Love and War e nel 2005 è nel cast di Giovanni Paolo II con la regia di John Kent Harrison. Nel 2008 è al cinema con il nuovo film di Ferzan Ozpetek Un giorno perfetto con cui collabora di nuovo per i film Mine Vaganti e Magnifica Presenza. Nel 2015 è nel film Pecore in erba di Alberto Caviglia, in concorso nella sezione Orizzonti al Festival di Venezia. Il 2017 la vede protagonista di due film: La mia famiglia a soqquadro di Max Nardari e Taranta on the Road di Salvatore Allocca. Nello stesso anno è nella fiction fantasy Rai di Ivan Cotroneo, Sirene. Da anni alterna al cinema e alla televisione il teatro. Nel 2013 è in scena con il testo di Neil LaBute Re(L)azioni diretta da Marcello Cotugno che la sceglie anche per lo spettacolo Some girls. Nel 2018 è nel film tv Due soldati di Marco Tullio Giordana, nel remake italiano della serie norvegese Skam e nello spettacolo

Francesco Del Grosso

Regista e Critico Cinematografico

-Biografia-

Laureato al Dams dell’Università degli Studi di Roma Tre è autore di saggi e collabora a siti e riviste di critica cinematografica. Come regista ha lavorato a spot, cortometraggi e documentari. Vincitore della Menzione Speciale della Giuria di Controcampo Italiano, alla 66ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, del Nastro D’Argento per il Miglior documentario sul Cinema e del Globo d’Oro Speciale. Scrive e dirige anche il documentario su Agostino Di Bartolomei 11 metri, evento speciale del Festival del Film di Roma.

Alessandro Amato

Dispàrte

-Biografia-

co-fondatore e amministratore unico di dispàrte. Inizia il suo percorso professionale e artistico in teatro ricoprendo numerosi ruoli e fondando una propria compagnia. Nello stesso periodo organizza eventi culturali, mettendo in connessione diverse realtà artistiche. Nel 2012 si laurea in giurisprudenza e nel 2015 si diploma in Produzione alla Scuola D’Arte Cinematografica Gian Maria Volonté, dove conosce il socio Luigi Chimienti con il quale costituisce dispàrte. Ha prodotto lungometraggi e cortometraggi selezionati e premiati in numerosi festival di tutto il mondo. Ha partecipato a workshop ed eventi internazionali, quali il Producer Workshop e il Producer Network di Cannes, il Producer Network del Ventana Sur (Buenos Aires), Match Me! di Locarno e il PUENTES Workshop di EAVE, partecipando prima come alumni e poi come expert. Ha tenuto inoltre un workshop di produzione allo IED-Cinema di Roma.

luca_700

Luca Marino

Indaco Film

-Biografia-

Amministratore di Indaco, una giovane società che opera nel campo della comunicazione a 360°. Dopo un’attiva esperienza nell’editoria, dal 2015 grazie al ramo Indaco Film, specializzato nello sviluppo delle opere audiovisive, realizza diversi spot e documentari. Nel 2017, produce l’ultimo cortometraggio di Alessandro Grande, dal titolo “Bismillah”. Nel 2018 il cortometraggio “Bismillah” vince il premio David di Donatello 2018 come miglior cortometraggio italiano e numerosi premi nel mondo. Nel 2019 come produttore associato con Groenlandia Group, produce il nuvo video clip di Vinicio Capossela “Il povero Cristo” per la regia e fotografia di Daniele Ciprì con Marcello Fonte, Rossella Brescia ed Enrique Irazouqui.